Gli elementi di un grafico Excel

Benvenuto ad una nuova lezione di MasterExcel.it. In questa lezione vedremo quali sono gli elementi che compongono i grafici Excel. Video – Gli Elementi dei Grafici Excel In questa lezione il nostro grafico esempio sarà quello creato nella lezione precedente quindi, casomai tu non l’avessi già vista, ti consiglio di farlo prima di proseguire. Clicca Qui: come creare un Grafico Excel. PRECISAZIONE: Il percorso da seguire per creare un grafico può variare leggermente a seconda della versione di Excel utilizzata. Di solito, è sempre più meno lo stesso. Tieni sempre a mente che gli elementi presenti in un grafico possono cambiare a seconda del grafico. Ogni grafico tipologia di grafico è differente, un grafico a torta per esempio non può avere le colonne SPOSTARE GLI ELEMENTI DI UN GRAFICO Possiamo spostare gli elementi di un grafico semplicemente selezionandoli e trascinandoli. Possiamo anche spostare l’intero grafico all’interno del nostro foglio Excel, per posizionarlo dove più preferiamo. La procedura è esattamente la stessa: selezioniamolo e trasciniamolo dove vogliamo. RIDIMENSIONARE GLI ELEMENTI DI UN GRAFICO Possiamo anche ridimensionare gli elementi di un grafico. Ci sarà sufficiente selezionare uno degli angoli del nostro elemento, per poi cliccare ed ingrandirlo quanto desideriamo. Se si tratta di un elemento “scritto”, possiamo anche selezionare la scritta e agire sul carattere per ottenere lo stesso effetto, del tutto simile a quello che faresti per un testo su Word. Questo procedimento può essere fatto su quasi ogni elemento del grafico, esclusa la legenda e l’intero grafico stesso. In questo caso dovremmo selezionare dei punti preposti a questo scopo ed agire su di essi allargando o restringendo la leggenda o il grafico, come indicato...

Come Creare un Grafico Excel

Benvenuto ad una nuova lezione di MasterExcel.it. In questa lezione vedremo come creare rapidamente dei grafici efficienti, belli, e rappresentativi dei nostri dati. Video – Come Creare un Grafico in Excel: Il primo passo è, ovviamente, preparare i dati. Dobbiamo pensare anche alla loro struttura. Ti propongo una cosa del genere: Puoi notare che l’intestazione è presente sia nella prima riga (in altro) sia nella prima colonna (a sinistra). Il secondo passo consiste nel selezionare i dati di riferimento da utilizzare per la creazione del nostro grafico. In questo caso selezioneremo i dati che fanno riferimento al “totale venduto” e “totale guadagnato”. Nell’immagine sovrastante, puoi notare che ho selezionato sia le celle interessate, sia le celle in riga 1 con l’intestazione. In riga 1, oltre alle celle di intestazione, ho selezionato una cella vuota in corrispondenza a quelle di intestazione della prima colonna. Questo poi si rivelerà molto utile nei prossimi passaggi. Per compiere una selezione del genere, teniamo premuto CTRL e selezioniamo le celle che ci interessano, come nell’immagine sovrastante. IMPORTANTE: Non dimenticare di selezionare la cella (che nell’esempio è) vuota in alto a sinistra. Il terzo passo è molto semplice: andiamo sulla barra multifunzione e clicchiamo su Inserisci> Grafici consigliati. Si aprirà una nuova finestra che ci mostrerà i tipi di grafico consigliati da Excel. In genere ci vengono consigliati i tipi di grafico più adatti ai dati selezionati. Il più delle volte, Excel “capirà” che tipo di grafico potrebbe fare al caso nostro. Quanto detto vale nel caso in cui tu non abbia le idee chiare su quale tipo di grafico utilizzare. Se hai le idee chiare, potrai scegliere immediatamente...

Grafici Excel

Benvenuto ad una nuova lezione di MasterExcel.it. In questa lezione faremo una breve introduzione ai Grafici di Excel. Cosa sono, come si creano, e quali sono le tipologie che possiamo utilizzare? Video – Introduzione ai Grafici Excel Tutti i grafici possono essere inseriti recandoci sulla scheda “Inserisci” nella barra Multifunzione, e scegliendo il tipo di grafico che desideriamo, tramite le apposite icone. Questa disposizione di icone varia nelle varie versioni di Excel. In alternativa si può andare su Inserisci> Grafici consigliati> (scheda) Tutti i grafici. I Grafici Sparkline Accanto a queste tipologie “classiche”, possiamo trovare un tipo di grafici molto particolare: i grafici Sparkline. La loro funzione è quella di mostrare graficamente l’andamento di determinati dati. I grafici Sparkline saranno l’argomento di una prossima lezione. Grafici Excel Se vogliamo osservare tutte le tipologie di grafico di cui possiamo disporre, clicchiamo su “Grafici consigliati” e, nella nuova finestra, su “Tutti i grafici”. In questo modo potremo avere una panoramica più completa di tutte le nostre possibilità. Grafico Istogramma Excel Istogramma: si tratta dei classici grafici “a colonne”. Senza dubbio uno dei più utilizzati e dei più conosciuti. Grafico a linee Excel A linee: anche questo è molto utilizzato. Molto pratico e si può confondere con il grafico a dispersione se vengono aggiunte le linee ai punti di quest’ultimo. Grafico a torta Excel A torta: il grafico, a ragione, più utilizzato quando si vogliono mostrare delle percentuali. Grafico a Barre A barre: altro non è che l’istogramma capovolto, con barre orizzontali. Nell’esempio, riportato con le barre in 3D. Grafico ad Area Ad area: poco utilizzato ma molto utile. Grafico a dispersione A dispersione: molto utilizzato in...

Excel come Database

Benvenuti ad una nuova lezione di MasterExcel.it. Oggi vedremo come creare e gestire un database con Excel. Video – Come Creare un Database Excel: Iniziamo con alcune precisazioni, se il tuo file conta meno di diecimila righe, si tratta di un database piccolo. Se vuoi creare un database più ampio, ti consiglio di usare un Pivot o, più semplicemente, puoi seguire questa guida. Assegnazione dell’ID Prima di tutto, diamo un’occhiata al file di esempio che utilizzeremo in questo lezione. In questo caso utilizziamo un file riportante alcune vendite. Come facciamo ad organizzarlo? In primo luogo abbiamo bisogno di un ID a cui corrisponda una vendita. Se il file dovesse riportare al suo interno dei clienti, assegneremo un ID a ciascun cliente. Se fossero contratti, assegneremo un ID a ciascun contratto. Chiariamo subito alcuni punti riguardo gli ID: ad ogni ID corrisponde in questo casa una vendite, ogni vendita occupa una sola riga, pertanto l’ID identifica la riga. ogni ID è univoco (non si ripete mai) ed è identificativo, in questo caso identificativo di una vendita. Una vendita ha un solo ID, non possono esistere né più ID identici né la stessa vendita con più di un ID. Tipicamente si usa un codice alfanumerico come ID. Puoi usare qualsiasi codice tu voglia come ID, l’unico limite è la tua immaginazione. Abbiamo visto come creare una sequenza di codici già in un altra lezione. tipicamente l’ID è inserito in colonna A. Se la colonna A è già occupata, come nell’esempio, puoi procedere creandone una nuova. Passo 1: selezioniamo la colonna A e premiamo la combinazione Ctrl e +. In questo modo creeremo una...

Bloccare più Righe o Colonne in Excel

Spero tu stia venendo dal tutorial precedente, dove abbiamo visto come bloccare la prima riga in Excel. Oggi vediamo come bloccare più righe o più colonne tramite la funzione “Blocca riquadri” di Excel. Video – Come Bloccare Più Righe o Più Colonne con Excel: Anche in questo caso useremo lo strumento Blocca Riquadri per bloccare le righe o le colonne. È uno strumento molto semplice da utilizzare, oltre che utile. In questo esempio la nostra intenzione è bloccare sia una riga, sia una colonna, quindi ci posizioniamo sulla Cella B2 dell’esempio riportato nell’immagine sottostante. Andiamo su Visualizza→ Blocca riquadri e vedremo la funzione omonima “Blocca riquadri”. Clicchiamo su questa funzione per bloccare la Riga 1 e la Colonna A. Se invece volessimo togliere questo blocco, è sufficiente ritornare su Visualizza→ Blocca riquadri per notare che la funzione ha cambiato nome in “Sblocca riquadri”. È sufficiente cliccare su di essa per annullare il blocco precedente. Bloccare più Righe e più Colonne Ora invece proviamo a bloccare sia le prime due righe, sia le prime due colonne. Posizioniamoci sulla Cella C3: al di sopra di questa abbiamo le prime due righe e, di fianco a sinistra, le prime due colonne. Ripetiamo la procedura: Visualizza→ Blocca riquadri→ Blocca riquadri, è il gioco è fatto. Nell’esempio, noi siamo posizionati nella cella C3. Come puoi vedere dall’immagine sovrastante. Possiamo bloccare tutte le righe sopra la riga 3 (quindi le righe 2 e 1), e tutte le colonne a sinistra della colonna C (quindi B e A). Molto semplice e chiaro da utilizzare. Bloccare le prime righe e le prime colonne sono certo che ti tornerà...
Show Buttons
Hide Buttons