Impara Excel Come e Quando Vuoi Tu
LinkedIn
Facebook
Twitter
Google+
https://masterexcel.it/imparare-excel-2017/

Perché imparare Excel nel 2017? Le ragioni per imparare Excel sono molteplici, qui ne elencherò solo 8, che in vero sono valide da svariati anni e difficilmente decadranno in futuro.
Queste ragioni hanno origine nei lontani anni 80, quando la Microsoft aveva trovato l’oro per aver pensato per prima fuori dagli schemi offrendo un sistema operativo ampiamente disponibile e “a prova di imbecille”.

Nei primi anni 90 i sistemi operativi della Microsoft diventarono più stabili. Tanto è vero che i computer si progettavano già pensando all’integrazione con i sistemi Windows, dando vita all’espressione sinonimica PC = computer. Questa la devo spiegare, PC (Personal Computer o computer personale) originariamente intendeva solo ed esclusivamente computer della Microsoft, quindi con Windows installato, e non altri sistemi operativi (i.g.: Macintosh).
Appena le grandi aziende compresero il potenziale dell’informatica, la Microsoft vinse grandi contratti di licenze in tutti i settori. Soprattutto nel settore della Finanza, dove Excel padroneggiava incontrastato.

Ormai siamo nel 2017 e i professionisti di seconda generazione hanno sviluppato le loro abilità sugli strumenti Microsoft. Sebbene tutti gli strumenti eccellenti hanno il loro posto, Excel si distingue e ecco 8 motivi per i quali è bene imparare Excel e sviluppare le tue abilità quest’anno.

1. Excel è una lingua universale parlata in tutte le aziende

imparare excel

Il geroglifico non ha più le potenzialità di una volta.

Per quelli che lavorano in azienda ora è più comune sentire la parola “Excel” che la parola “foglio di lavoro”. Naturalmente ci sono tanti altri software che possono permetterti di lavorare su un foglio di lavoro elettronico. Però questi altri software non forniscono la stessa utilità di Excel. Perché molto semplicemente, come indicato nel titolo, Excel è ovunque!

Piaccia o non piaccia, Excel lo usano tutti ed è diventato una lingua universale nel mondo del lavoro.

2. Smetti di pensare ad Excel come ad un foglio di lavoro elettronico

Excel è uno strumento per la risoluzione di problemi. Certamente si può usate come foglio di calcolo. Analisi dei dati, analisi finanziarie, contabilità, sono tutte cose che si possono fare con un foglio di lavoro tradizionale, ma questa è solo una piccola frazione di ciò che tu potresti fare con Excel. O meglio, il calcolo è solo una piccola frazione di ciò che Excel può fare per te!

Non limitarti come molti professionisti a credere che Excel sia un foglio elettronico noioso per fare calcoli noiosi di numeri noiosi.

Qualche piccolo esempio di utilizzo differente dai calcoli? Io nel mio lavoro spesso compio il trattamento di dati testuali. Cercare nelle liste di clienti quelli da contattare in giornata, stampare i dati in tabelle e fornirle ai rispettivi dipartimenti. Tutto in automatico si intende. Oppure, l’utilizzo delle funzioni logiche di Excel, per processare gli ordini provenienti da vari canali di vendita online come Amazon, eBay, Magento o WordPress. O ancora, l’invio di email personalizzate (anche in grandi volumi), la stampa di contratti, l’archiviazione di fatture, e la creazione di reports. Ripeto, tutto in automatico.
Queste sono tutte cose che comunemente non si associano ad un foglio di calcolo.

3. Creare più tempo, si può?

Il tempo, il vero valore del denaro. Nella tua vita non ci sarà mai nulla di più prezioso del tuo tempo. Più impari e migliori con Excel, e migliori risultati sarai in grado di ottenere da Excel.

Il risparmio di tempo che Excel può farti raggiungere è notevole. Già l’utilizzo di formule dinamiche può farti ottenere buoni risultati. Strumenti avanzati come Pivot e Analisi di Simulazione sono altri strumenti salvatempo eccellenti. Per non parlare del VBA che può ridurre di ore ed ore il tuo lavoro automatizzando le tue procedure. E qui voglio tralasciare Power Pivot e Power Query che sono pura magia.
Difficilmente si può dare un prezzo al tempo risparmiato. Esso infatti consente di poter dedicare altro tempo a lavorare con il tuo team, sviluppare le tue abilità (magari seguendo un altro corso online 😉 ), fare un secondo lavoro (mi è capitato), ed ovviamente consente di avere più tempo libero ed energie per fare ciò che più si desidera.

4. Excel non scomparirà facilmente

Excel, non sparirà nel nulla. Imparare Excel non è come imparare SEO, dove gli algoritmi sono segreti ed in costante mutamento. Nel SEO ciò che impari oggi tra pochi anni o pochi mesi potrebbe non valere più niente. Excel è stabile, non muta, al massimo migliora, e se imparerai ad usarlo, avrai conoscenze che rimarranno di valore anche nel lontano futuro.

Le aziende non possono facilmente insegnare a tutto il personale l’utilizzo di un nuovo software. Sia per costi eccessivi, sia perché la gente non ama cambiare una cosa che funziona. Per fortuna non è solo il costo di innovazione verso un altro software che rende Excel così stabile nel mondo del lavoro. Excel, è concettualmente inserito nella mente della gente ed è strettamente connesso al lavoro. Infatti, Excel oggi è parte della cultura lavorativa mondiale.

5. Small Data and Big Data

Tutti hanno sentito parlare di Big Data e dell’importanza che stanno assumendo nella società odierna. Negli ultimi anni però è cresciuto anche un altro trend, non tanto in Italia quando nei paesi anglofoni. Quello dei Small Data (piccoli dati) o Local Data (dati locali). Qualche esempio, le aziende hanno sempre di più chiari i concetti di CRM e ERP, entrambi database uno di clienti, l’altro delle risorse dell’azienda, ed entrambi database essenziali per un business.

Nel mondo lavorativo, è sempre più richiesto l’essere in grado di estrapolare informazioni, elaborarle, e comunicarle in maniera efficace ed efficiente a chi su quelle informazioni prenderà le decisioni.
Non restare indietro. Qualsiasi sia il settore in qui lavori, qualsiasi sia il business che tu abbia in mente, potrai sempre avere i dati in formati leggibili da Excel (.xlsx, .xls, .csv, .txt o altri). Quindi, potrai processarli con gli strumenti che già conosci.

6. Excel è come un foglio per fare i tuoi schizzi

Excel è per un analista l’equivalente di carta e matita per un architetto. Ho lanciato molte idee al mio capo, ai miei clienti o a chi lavorava con me. Traducendo quelle idee strane, che stavano solo nella mia testa, in Excel. In particolare riguardo alla gestione di clienti ed ordini.

Excel è un programma in grado di liberare la tua creatività solo in relazione alle tue conoscenze di Excel. Più lo conoscerai, più magnifiche sono le cose che ci farai.

7. Aiuta il tuo collega

Excel mi ha fatto dire spesso: “io posso aiutarti in questo”. Il termine che fra tutti mi ha aiutato di più a fare amicizia con i miei colleghi (anche all’università) è proprio Excel. È bello sentirsi utile e creare valore nel proprio team. Entrare in contatto con qualcuno in una pausa caffè, sentire quasi per errore uno dei suoi problemi e renderli la vita più facile qualche decina di minuti dopo.

A causa della sua natura molto versatile e pratica, Excel spesso mi ha permesso di alzare la mano e dire a voce alta: “posso aiutare io”. Non ho aiutato solo i miei coetanei, ma anche persone d’alto livello in aziende per qui lavoravo. Quindi non occorre precisare che il tutto mi ha aperto una serie di porte che poi si sono rivelate molto utili nella mia carriera.

8. Le abilità di Excel ti rendono più vendibile

vendibile-nel-mercato-del-lavoro

(con tutto rispetto per i portapizze)

Excel nel tuo curriculum non rappresenta una abilità, bensì un ventaglio di competenze che ti possono far trovare un buon lavoro. Oggi basta scrivere il termine Excel in una ricerca su Linkedin, per vedere quali aziende offrono lavoro e soprattutto quali lavori stanno offrendo.

Inserisci Excel nella maniera appropriata all’interno del tuo curriculum 😉

Tabelle Pivot, CERCA.VERT (che a me non piace, preferisco di gran lunga l’INDICE e CONFRONATA), Macro, VBA, Formattazione Condizionale, Filtri, Grafici Avanzati, ecc. Sono tutti termini che dicono molto di più sulle tue capacità che lo scrivere semplicemente Excel. Chi scrive queste parole nel curriculum dimostra le sue capacità d’analisi, interpretazione e di comunicazione di dati, eliminando una potenziale barriera nella mente del datore di lavoro che legge il curriculum.

Scrivendo solo Excel, dimostri di poter lavorare con Excel. Scrivendo termini come Pivot, dimostri d’essere in grado di far lavorare Excel al posto tuo. La progressione nelle competenze di Excel si correla bene con i guadagni, soprattutto all’estero. Aumentare le capacità con Excel è un modo semplice ed efficacie per aumentare significativamente il tuo apporto all’interno dell’organizzazione in cui lavori, quindi aumentare le tua capacità di guadagno.

Stipendi e lavori con Excel

Facciamo qualche esempio. In Inghilterra, prendo l’Inghilterra come esempio non tanto perché vi ho lavorato, quanto perché chi conosce il VBA e vive in Inghilterra vive una vita molto più che agiata, vediamolo adesso.

Un ragazzo con poca esperienza e con conoscenze Base di Excel può, ovviamente trovare contratto a tempo indeterminato (che per alcuni italiani pare un miraggio), ed arrivare tranquillamente a prendere oltre 20 mila euro l’anno (convertendo a spanne). Con conoscenze Avanzate di Excel e con qualche anno di esperienza, si può arrivare senza troppe difficoltà ad un salario dai 30 ai 45 mila euro. Con buone capacità di analisi dati, saper usare Power Pivot tanto per intenderci, si parla di più o meno stipendi attorno ai 70 mila euro all’anno. Ovviamente ci vorrebbe anche qualche anno di esperienza in più.

Aggiungendo un livello intermedio di VBA si oltrepassano i 100 mila euro, e con un alto livello di VBA non si hanno grossi problemi a firmare contratti per più di 150 mila euro all’anno.

Hai voglia di imparare l’inglese o di migliorare il tuo Excel?

Come migliorare le tua abilità nella maniera migliore

In parallelo alle abilità di Excel, è bene però sviluppare altre abilità accessorie, in grado di integrare meglio le proprie capacità nella pratica. Come ho fatto io per esempio. Ho seguito moltissimi corsi online (ho anche smesso di aggiungerli al mio profilo Linkedin). I più interessanti erano in Project Management e Comunicazione. Le conoscenze acquisite in altri campi mi hanno dato la possibilità di vedere e capire problemi che altrimenti non avrei mai notato. Ho avuto quindi l’opportunità di risolvere nuovi problemi, crescendo, andando avanti, migliorando me stesso e dando valore alle aziende per qui ho lavoravo.

Per quanto riguarda il VBA, la gente è convinta che sia necessario usarlo come un dio per poter fare domanda per un buon lavoro. Non è vero. Non occorre che il codice sia carino e scritto bene. L’importante è che funzioni. O meglio, l’importante è che risolva il problema, senza crearne di altri, che velocizzi ed automatizzi il lavoro, ed aggiungerei che il codice possa essere aggiornabile con facilità.

Nota bene, non consiglio a nessuno di imparare Excel alla cieca, anzi! Imparare Excel alla cieca, è una sciagura secondo me. Perché produce persone che a mala pena usano più di 5 formule. Io consiglio sempre di impararlo con un buon percorso, o meglio dei buoni corsi, soprattutto corsi online, magari proprio quelli di MasterExcel.it. Sconsiglio fortemente i corsi dal vivo. Essi sono poco più che tante lezioni a cui non si può più accedere una seconda volta e che non si possono ripassare dopo che il corso è terminato. Dopo che il corso dal vivo è finito, non è detto neppure che l’insegnante sia disposto o disponibile per aiutarti nei tuoi problemi. Tutto questo, in un buon corso di Excel online, non capita. Ci si può accedere quante volte si vuole, quando lo si vuole, e chiedere aiuto in qualsiasi momento all’insegnate o nel forum interno. Ovviamente si rilascia il certificato finale di norma sia in corsi online sia in corsi dal vivo.

 

L’approccio al miglioramento e il Paradosso dei problemi

Assieme ad un buon (per)corso di Excel associato all’apprendimento di altre discipline accessorie, io consiglio fortemente un approccio differente nel lavoro, soprattutto in relazione ai problemi. Molte persone non vogliono avere problemi, soprattutto quando lavorano, suppongo per pigrizia. Queste persone intendono i problemi come dei nemici, degli ostacoli, o comunque qualcosa di non gradito e di negativo. Il metodo più usato da queste persone, forse perché è più semplice, è il cercare di non andare oltre, di non crescere, di non allargare gli orizzonti della propria mente. Perché se dovessero crescere, vedrebbero sicuramente dei problemi dove prima non li vedevano. Questo potrebbe scombussolarle parecchio il loro mondo e portarle in crisi. Ne ho viste tante di persone così, e non solo nel lavoro.
Per imparare Excel per bene, occorre un approccio molto differente. I problemi si devono cercare. Non si deve perdere occasione di risolvere un problema, migliorare o ottimizzare il lavoro all’interno della propria azienda o del proprio team. In quest’ottica i problemi non si vedono più come delle cose negative e da evitare, bensì come qualcosa di positivo, che ci fa crescere e che ci arricchisce. Quando trovi un problema, cerca la sua soluzione, non lamentarti con il colpevole. Non serve a niente, anzi, crea un clima tutt’altro che piacevole per il lavoro. Cerca e ricerca i problemi, una volta individuati, non lamentarti e progetta soluzioni brillanti.

Applicando questo approccio, oltre ad un tuo miglioramento, noterai anche che il concetto di problema, si avvicinerà molto al concetto di progetto. Non a caso queste due parole, problema e progetto, dal punto di vista etimologico (origine/senso vero della parola) sono la stessa identica parola. Applicando questo approccio, in maniera assolutamente paradossale, l’unico problema che si può avere, è il non avere problemi.

 

Conclusioni

Excel è perfetto per te e per il tuo futuro? Beh, Excel non è perfetto per tutti, ma è assolutamente perfetto per tutti i professionisti informatici, in particolare per tutti coloro che lavorano o vogliono lavorare in ufficio. Se sei sempre alla ricerca di un avanzamento di carriera, Excel può fare molto per migliorare la tua offerta come professionista.

Come avrai notato parlo spesso di concetti, di database, di tabelle, di report, o qualsiasi altra cosa che contenga informazioni. Questo a causa della rivoluzione dell’IT (Information Technology) in italiano: Informatica. Questo settore, definito un tempo terziario avanzato, ora quaternario, richiede lavoratori che possano lavorare con informazioni. Lavoratori che possano estrapolare, elaborare, mostrare, riassumere, muovere e comunicare informazioni in maniera efficacie, troveranno un occupazione facilmente in un mondo sempre più informatizzato.

Ho speso tanto tempo su Google, forum, Youtube, manuali, corsi online, guide e quant’altro, imparando Excel nel modo più duro e più lungo. Ho speso tempo a fare un sacco di errori. Ho speso tempo nel sentirmi non adatto ad imparare i Pivot. Ho creduto di non poter imparare il VBA. Poi però ho deciso di andare oltre.
Ora ho deciso di fare un nuovo passo e mettere a tua disposizione le miei esperienze ed ecco perché è nato questo sito con i corsi Excel che offre.

LinkedIn
Facebook
Twitter
Google+
https://masterexcel.it/imparare-excel-2017/